Antipasti di Capodanno e vino a volontà: ecco come chiudere l’anno con gusto

list In: Home On: comment Comment: 0

Quando si comincia a respirare la magica atmosfera delle feste, viene voglia di tavole imbandite, fiumi di vino e piatti gourmet da gustare in compagnia. Quindi, quale modo migliore per dare il via alle feste, se non iniziando a pensare a cosa portare in tavola? Se anche tu a Natale preferisci ispirarti ai menù della tradizione, per il cenone di Capodanno puoi stuzzicare l’appetito con una fantasiosa carrellata di antipasti freddi e caldi, accompagnati da un buon vino. Se -poi- agli stuzzichini, seguiranno primi e secondi piatti deliziosi, l’ultima cena dell’anno non potrà che essere la migliore.

Ecco allora i nostri consigli sui migliori abbinamenti vino-antipasti, partendo da alcune regole guida per partire con il piede...anzi no … con il calice giusto ;-).

Come abbinare il vino agli antipasti di Capodanno

Che l’antipasto sia a base di carne o di pesce, con salumi o formaggi, oppure con uova o verdure, la prima regola è dar libero sfogo alla fantasia, ma sempre con gusto. Infatti, parliamo, di manicaretti in piccole quantità, perfetti per stuzzicare l’appetito ma senza riempire troppo la pancia. L’ideale è assaporarli con vini poco strutturati e di bassa gradazione alcolica, per poi passare a quelli più corposi con le portate successive, magari partendo dai bianchi, per poi passare ai rossi.

Vino – antipasti: consigli per abbinamenti perfetti

Dunque quali vini scegliere per dare il via al cenone di Capodanno? Se il tipico brindisi di benvenuto, così come quello di auguri per l’anno nuovo, è a base di bollicine più o meno per tutti, a tavola la scelta dipende molto dal menù. Ecco allora alcuni nostri suggerimenti su come esaltare i sapori delle diverse tipologie di antipasto:

  • con deliziosi manicaretti a base di carne, fai l’abbinamento perfetto scegliendo tra i vini fermi, rossi e leggeri;

  • con salumi e formaggi, bene si accompagna un buon vino rosso giovane o un bianco morbido e profumato;

  • con antipasti a base di pesce in genere, il bianco è il più apprezzato; se si tratta di frutti di mare crudi meglio che sia aromatico, mentre per quelli cotti, scegli tra i vini bianchi più amabili, poco secchi e fruttati;

  • con verdure e/o uova, l’ideale è un calice di vino bianco giovane e fresco, con una sapidità poco accentuata.

Prima di allacciare il grembiule, scopri quale vino da tavola scegliere per il menù delle feste.

Abbinamenti per il cenone di Capodanno: antipasti e vino tanto per cominciare

Si dice <<chi ben comincia…>> e allora dai il via all’ultima cena dell’anno con una proposta di antipasti raffinati e gustosi. Ecco qualche ricetta a cui abbinare un bianco e un rosso della nostra migliore selezione di vini sfusi I.G.P. in bag in box, come il Traminer - che ben si abbina alle pietanze speziate, a pesci, crostacei e frutti di mare – e il Refosco, per accompagnare salumi e formaggi a pasta dura, carni rosse e bianche in genere.

Tris di tartine

Un antipasto con 3 gusti diversi: alla crema al mascarpone e erbe aromatiche, al salmone e al prosciutto cotto. Per realizzarle occorre ricavare dei dischi rotondi da fettine di pane in cassetta senza bordi e occuparsi della preparazione delle mousse con cui saranno farciti. Per quella alle erbe, metti in una ciotola della ricotta e del mascarpone, poi unisci un trito di erbe, sale e pepe e amalgama il tutto. Prosegui – poi - mettendo nel mixer, salmone, mascarpone e sale, con aggiunta di poco latte per ottenere un composto morbido. Infine, dopo aver ripulito il mixer, frulla il prosciutto con del latte per ottenere la terza crema. Ora metti le mousse in frigorifero e appena saranno rassodate, con la classica tasca da pasticciere inizia a farcire le tartine. Poi, decorale con pezzetti di salmone, prosciutto o una spolverata di erbe aromatiche.

Carpaccio di polpo

Dopo aver acquistato un polpo di circa 1 kg nella tua pescheria di fiducia, sciacqualo e mettilo in pentola con circa 2 litri d’acqua, vino bianco e alloro. Portalo a ebollizione e fallo cuocere per 20 minuti. A questo punto scolalo, taglialo in pezzi abbastanza grandi e pressalo delicatamente affinché perda tutta l’acqua. Successivamente, dopo 24 ore di riposo, affettalo sottile, magari con l’affettatrice e adagia le fettine in un piatto da portata, condendo con olio aromatizzato. Per questo piatto, suggeriamo un abbinamento con un vino bianco fermo e leggero.

Uova ripiene

Prepara 1 uovo sodo per ognuno dei commensali, mettendolo a cuocere per 8 minuti dopo l’ebollizione. Poi, lasciale raffreddare e sbucciale avendo cura di non romperle per averle intatte e proseguire con la ricetta. A questo punto taglia le uova a metà per il verso lungo, togli i tuorli e mettili in una ciotola dove aggiungerai della maionese, tonno sgocciolato e sminuzzato, 2 fili d’acciuga e capperi tritati. Mescolando, otterrai un composto con cui riempirai le uova – ovvero gli albumi sodi rimasti. Infine, decora con prezzemolo fresco.

Frittelle di pizza

Questa ricetta è a base di pasta di pizza. Infatti, una volta ottenuto l’impasto, basterà formare delle palline e friggerle. Per la frittura usa olio abbondante ben caldo, meglio quello di arachidi che mantiene meglio la temperatura. Appena pronte, poggiale su carta assorbente e prima di servirle, spolverale con sale o zucchero. Prova entrambe le varianti e scegli la tua preferita.

Bicchierini di lenticchie e cotechino

I bicchierini di pane sono un modo sfizioso per servire il tradizionale cotechino con le lenticchie. Per realizzarli, basta tagliare delle fette di pane in cassetta senza bordi, abbastanza lunghe per ricoprire l’interno dei porta muffin e aggiungere dei quadrotti per coprire il fondo. A seguire basterà spennellare con uovo sbattuto e poi riempire con cotechino e lenticchie precedentemente lessati e cucinati insieme, con salsa di pomodoro e trito di carote, cipolle e spezie. Per finire, infornare a 180° per un 15 minuti fino alla doratura del pane e servire caldi. Ricorda che è un antipasto che potrebbe accentuare la salivazione, quindi prediligi un vino che non sia troppo amarognolo.

A tanta bontà aggiungi il tuo menù delle feste preferito e concludi l’anno con gusto, accompagnando i tuoi piatti con del buon vino. Non solo, se lo acquisti nelle pratiche ecobox, risparmi e porti in tavola un prodotto di qualità che ti dura di più.

Entra ora nella nostra enoteca online e scegli tra i migliori vini bianchi e rossi sfusi in bag in box.

Del buon gusto, non se ne ha mai abbastanza!

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre